cheeky, liberi

mi scuso per l’incapacità di fare una foto decente, senza stabilizzatore, rincorrendo in stazione la tipa che portava questa incredibile borsa. dedicata alla socia in viaggio, e a tutti quelli che hanno l’onore di scoprire la cina per la prima volta. 

industrial wuxi

se non credevate che questo è un posto industriale, eccovi le pubblicità che si trovano alla stazione, quando arrivate in questa città per la prima volta.

Details »

quella che fu la capitale

sembrava che fosse arrivato l’autunno, qui al sud, ma era solo uno scherzo cinese.

mi sono svegliata e il sole brillava di nuovo, pare che sia una stagione fortunata e che ci stiano risparmiando sia la pioggia che il grigio metallico perenne del cielo. c’erano di nuovo venti gradi, un po’ di umido sottopelle ma non troppo, possibilità di respirare normalmente. così ho deciso di andare a Nanjing 南京, che il nome tradisce essere appunto la capitale del sud.

Details »

mmmmmm, hot pot!

con un certo orgoglio, stasera la cucina di cook è stata aperta alla sperimentazione asiatica. sono venuti un gruppo di studenti golosi, tra quelli rimasti più impressionati dell’ultima cena goliardica a base di spaghetti italiani e salame di cioccolato. cosi abbiamo pensato di organizzare un nuovo appuntamento, che avrebbe dovuto vedere quest’accoppiata cino-italica di spaghetti e hotpot, un piatto tipico dell’amata terra del sichuan. poi ovviamente come succede inevitabilmente ad un branco di golosi, la spesa dell’hotpot si è rivelata esagerata e la pasta non ci stava, cosi conserveremo il sugo per le prossime sere (un semplice e buon sugo di soffritto, pomodori freschi e origano), ma possiamo mostrarvi per bene le delizie della serata.

 

Details »

majong, lezione 1

sono finalmente riuscita ad approcciare il majong, bel gioco
cinese che ci siamo comprati due anni fa a Chengdu senza essere mai
riusciti a capire come funziona. è un gioco da strada popolare, come le
nostre carte, i fagioli, il tressette, rigorosamente legato ai soldi e
alle puntatine, piccole e grandi che siano. il gioco più amato dai
vecchi per la strada, seduti per terra o su sedie pieghevoli di
plastica e bambu’, sotto le verande, sui tavoli delle locande.

Details »

scatti domenicali

la domenica il campus diventa un suq, e tutti i ventimila studenti sembrano prendere la loro bicicletta e andarsene in giro. l’autobus è pienissimo, la fila alla fermata, dal panettiere, di fronte alla biblioteca, al campo sportivo. sono tutti in giro, nel loro giorno libero. molti vanno in città, e c’è un bel sole oggi ci vado anche io, a fare un po’ di spesa, mangiare nelle strade del centro, godermi il parco e il festoso vociare della gente. incontro sull’autobus uno dei pochi occidentali non dico simpatici, ma coi quali è possibile parlare. anche se non è stato possibile coinvolgerlo nella domenica all’aperto, la sua meta era la chiesa Starbucks.

vi riporto un paio di scatti simpatici, che mi hanno incuriosito:

Details »

frittate dolci per colazioni nostalgiche

una ricetta dalla socia, per gli amici in cina ingolositi ma non soddisfatti, che chiedono rimedi alle giornate pesanti. è potente e in grado di scacciare la malinconia, dice la fatina delle ricette. ve lo sapro’ dire…

  Details »

volti cinesi

in onore della simpatia dei cinesi, della loro accoglienza,
e della diversità


che tanto viene odiata nell’italia incivile, che esprime la paura per quello che sono e fanno gli altri, nascondendo quella per il proprio non sapere essere e saper fare. 

  Details »