mmmmmm, hot pot!

con un certo orgoglio, stasera la cucina di cook è stata aperta alla sperimentazione asiatica. sono venuti un gruppo di studenti golosi, tra quelli rimasti più impressionati dell’ultima cena goliardica a base di spaghetti italiani e salame di cioccolato. cosi abbiamo pensato di organizzare un nuovo appuntamento, che avrebbe dovuto vedere quest’accoppiata cino-italica di spaghetti e hotpot, un piatto tipico dell’amata terra del sichuan. poi ovviamente come succede inevitabilmente ad un branco di golosi, la spesa dell’hotpot si è rivelata esagerata e la pasta non ci stava, cosi conserveremo il sugo per le prossime sere (un semplice e buon sugo di soffritto, pomodori freschi e origano), ma possiamo mostrarvi per bene le delizie della serata.

 

Details »

frittate dolci per colazioni nostalgiche

una ricetta dalla socia, per gli amici in cina ingolositi ma non soddisfatti, che chiedono rimedi alle giornate pesanti. è potente e in grado di scacciare la malinconia, dice la fatina delle ricette. ve lo sapro’ dire…

  Details »

yuzi how to

con questo post ci rivolgiamo a tutti i golosi del dolce frutto, soprattutto a chi l’ha assaggiato!

la stagione dello yuzi (non sapete cos’é? allora non sapete cosa vi perdete) è appena iniziata, e stiamo iniziando le degustazioni. intanto abbiamo
scoperto che lo yuzi lo si sceglie dal peso, in effetti era un
sospetto, ma mentre l’altro giorno alla bancarella annusavo un melone
nel tentativo di capire se fosse maturo o no (un gesto della nonna che
qui pare insignificante) mi spiegavano che per scegliere un buono yuzi
ne va tastato il peso palleggiandolo. in effetti la forma si presta.

allora abbiamo deciso di diventare (a volte serve) multimediali, e di condividere con voi un piccolo howto pratico e informale su come sbucciarlo e ragliarlo al meglio per un buon assaggio. il prossimo lo taglio io!

maidan

con un pizzico di orgoglio, le mie prime scritte in cinese ad uso pubblico. una cena di otto persone, tutti americani o australiani qui da mesi o anni che non parlano una parola di cinese. e una ragazza cinese cresciuta in america che parla molto bene, ma non sa scrivere.

senza di me non avrebbero mangiato ahahahaha :)

 

ultima cena cinese

 

per l’ultima cena a pechino ho scelto un ristorante musulmano in un hutong tra beixinjiao e la bell tower, suggerito da yilian

Ho mangiato due piatti, che ovviamente da sola erano abbondanti ma gustosissimi. Pasta fresca fatta a mano di primo, condita con un sugo di verdure, noccioline e spezie. La pasta era del tipo irregolare, piatto e un po’ largo, spesso in maniera diseguale e molto saporito.

Poi agnello stufato e saltato, alla maniera dei musulmani delle zone nord ovest. Come ogni cena cinese che si rispetti ho avanzato qualcosa, e me la sono portata via con quello che noi chiamiamo tale away e in realtà è una pratica piuttosto comune. 

 

la cena con il brodo

Come vi raccontavamo ieri, cena gustosa saporita e piccantissima tipica della regione. con un particolare folcloristico, il fuwuyuan del te’ (il cameriere) con la tipica brocca lunga lunga vestito in abiti tradizionali!

  Details »

Pingyao: cenetta

Qui in cina tutti mangiano sempre e si fa presto ad adattarsi.
Stasera abbiamo cenato in un posticino molto carino, a gestione famigliare, squisito e i gestori semplici e simpatici.

Details »

miantiao

e ora andiamo a mangiare quesi buonissimi spaghetti fatti sotto i nostri occhi

mmmm sono pronti….

Details »