yuzi how to

con questo post ci rivolgiamo a tutti i golosi del dolce frutto, soprattutto a chi l’ha assaggiato!

la stagione dello yuzi (non sapete cos’é? allora non sapete cosa vi perdete) è appena iniziata, e stiamo iniziando le degustazioni. intanto abbiamo
scoperto che lo yuzi lo si sceglie dal peso, in effetti era un
sospetto, ma mentre l’altro giorno alla bancarella annusavo un melone
nel tentativo di capire se fosse maturo o no (un gesto della nonna che
qui pare insignificante) mi spiegavano che per scegliere un buono yuzi
ne va tastato il peso palleggiandolo. in effetti la forma si presta.

allora abbiamo deciso di diventare (a volte serve) multimediali, e di condividere con voi un piccolo howto pratico e informale su come sbucciarlo e ragliarlo al meglio per un buon assaggio. il prossimo lo taglio io!

la fata del viaggio

ispirazioni, in attesa di una pedalata sulla chang’an.

 

maidan

con un pizzico di orgoglio, le mie prime scritte in cinese ad uso pubblico. una cena di otto persone, tutti americani o australiani qui da mesi o anni che non parlano una parola di cinese. e una ragazza cinese cresciuta in america che parla molto bene, ma non sa scrivere.

senza di me non avrebbero mangiato ahahahaha :)

 

missing

non sono molte le cose pratiche che in questo momento mi stanno mancano (quelle affettive abbondano), anche perchè in effetti il parmigiano me lo sono portata. però la bici mi manca proprio. lo so che sono in Cina, ma qui al campus non la affittano per il tempo che mi serve (due settimane). me la vogliono far comprare, ma fra due settimane  淼森 quando tornerà in italia mi regala la sua. quindi aspetto e per intanto passeggio, nell’enorme campus. è apertura dell’anno accademico questa setitmana, e le matricole in cina devono seguire il primo corso di due settimane di educazione militare. alle otto del mattino passando dai campi del centro sportivo si vedono

Details »

back in lights

new skyline shanghai

 
insperato e felice ecco il ritorno di mandalini in cina.
ripartiamo da shanghai, raggiunta in pieno clima postolimpico con la cina in prima pagina su tutte le tv e i giornali del mondo.
in effetti qui non si sente quasi niente almeno camminando per le strade illuminate e soffocate dall’umidità, ma i racconti di chi la cina e in particolare pechino se la vive davvero sono lo specchio di grossi movimenti.
la cina stamani il giorno dopo le olimpiadi si sveglia, e ritorna al suo essere cinese.
vorrei iniziare con uno scorcio, del nuovo skyline con il nuovo altissimo grattacielo (verrà inaugurato sabato 31) che nelle foto di due anni fa era un cantiere verticale in costruzione.

ora è finito, bellissimo, con il suo buco quadrato a quattrocento metri di altezza. alla faccia dei giapponesi costruttori che lo volevano a mezzaluna, e i cinesi han detto "no, sembra la vostra bandiera, fatecelo quadrato". in effetti, meno male, è bellissimo cosi.
il cielo in questi giorni era incredibilmente azzurro, lo prendo come un buon auspicio della stagione anche se domani già pioverà.

per ora non ho fatto molto altro che mangiare frittelle per strada e girovagare a caso per ore cercando vecchi posti familiari, alcuni ci sono ancora, altri, come previsto, non ci sono più. e nonostante un po’ di maliconia per la partenza verso questo che sarà un viaggio lungo e solitario in tutti i sensi, stamani mentre passeggiavo coi miei trentacinque chili di bagaglio sotto gli sguardi sempre un po’ curiosi, gli odori mi hanno assalito, la strada mi ha catturato e in fondo il pensiero corre veloce sorridendo agli uomini fioriti,华人.

fotooo

le foto! molte,non tutte…

http://www.urijoe.org/imgs/v/china/ 

itinerario cinese novembre 2007

mappe dei viaggi

 

questo l’itinerario del viaggio di quest’anno, e sotto la mappa con le città della cina che hanno composto i nostri giri.

Details »

yuzi, il più amato

il frutto piu buono della cina

Anche se è  la prima sera del rientro c’è un modo per rallegrarsi. Quest’anno nelle valige che sono tornate dalla cina ricolme di stoffa. carte, disegni, riviste, musica, te’ e avanzi di te’ c’era anche un frutto (ignoriamo i dettagli sulla legalità o meno del gesto, l’abbiamo fatto per la causa mandalina!).

Details »